Tag

, , ,

Credo che ciò che distingue l’essere umano non sia il linguaggio, o non primariamente. Credo che a distinguerci sia la possibilità – la libertà anzi, nel senso civico, sociale che questo termine prende dall’eleutheria greco-ellenistica – di tacere. E se è vero questo, è vero che l’umanità è sempre più umiliata e offesa, schiava, incapace com’è di stare in silenzio, sia per l’incapacità di zittire, sia per l’impossibilità di trovare luoghi silenziosi, quieti, dove si sospenda il brusio del lavoro, delle fatiche, delle chiacchiere più o meno amene. Dove la “parola” possa, con fatica, tornare ad essere il simbolo di qualcosa che è e che, se mai si è saputo, ora si è dimenticato.

Ho trovato questo sito e l’iniziativa connessa è meritoria, bellissima. Sono felice che qualcuno l’abbia avuta. E felice che questo qualcuno sia Duccio Demetrio.

http://www.lua.it/accademiasilenzio/

Annunci