PAROLA

Adesso,

che anche Crisostomo tace

c’è un silenzio inumano.

Non scorre lo Stige.

Non mostra più l’osceno

di chi finge un peccato

celandolo a Giove,

alla sua idromanzia.

Anche le cose degli dei

non raccontate

passano per sceneggiate

di attempati cicisbei.

Annunci