BaccanaleLui era uomo di luna.

Appoggiato alla collina del dito

quasi come un mercante di fiera

scrutava l’andirivieni del mare

da un posto minacciato

dai natanti, dai loro buoni costumi.

E la litania delle vele e i nubifragi

guardava l’uomo che era di luna.

Non aprire la bocca alle sue dita

non fargli del bene non dargli

tra l’incudine i gerani i millepiedi

il conforto della tua fantasia.

 

Era estate. Come sempre le madri

raccontano favole per fare

chiudere gli occhi sui giochi

e sui giorni appena passati.

Annunci